Elenco blog personale

lunedì 31 luglio 2017

I preferiti del mese.

Ciao amici lettori, come state?
Io sto creando un sacco di pupazzetti a maglia, praticamente ho fatto quasi lo zoo, tra foche, elefanti, lemuri, tartarughe etc... finirò lo spazio in casa e le idee.
Le letture invece scarseggiano e ciò non va affatto bene, urge rimediare e subito.
Il problema è che fa troppo caldo ed il mio tempo libero è giunto ai minimi livelli!
Ma basta lamentarsi perché è il momento di dare spazio alla bellissima rubrica I preferiti del mese, in collaborazione con Rukias nel mondo dei libri
Buona lettura

I preferiti del mese.
(rubrica in collaborazione con Rukias nel mondo dei libri)

1) Foca/Maialino




Questi sono i due pupazzetti di cui vado più fiera questo mese.
Che ne dite? Vi piacciono?

2) André
Si, ho guardato tutto l'anime di Lady Oscar e mi sono nuovamente innamorata di André, il dolce, bellissimo e coraggioso André.
Ancora piango se ripenso alla fine che ha fatto!

3) Dragon trainer, Spirit, Le follie dell'imperatore
Si, lo sapete che amo guardare i cartoni (nonostante io abbia 27 anni!) questo mese ne ho guardati ben tre e non saprei davvero quale scegliere da tanto mi sono piaciuti.
Dragon trainer mi ha fatto vivere una grande avventura piena di adrenalina e azione, Le follie dell'imperatore mi ha fatto sganasciare dalle risate e Spirit cavallo selvaggio mi ha emozionato quasi quanto Il re leone.

4) Lettura migliore

Alice nel Paese delle Meraviglie.
Io adoro questo libro e Il paese delle Meraviglie in generale.

5) Miglior acquisto del mese
La saga di Armonia di Pietragrigia e L'erede di Gavriel ultimo libro uscito di Licia Troisi che non mi potevo assolutamente lasciar scappare!

6) Snapchat
Sono una bambina stagionata, lo so, lo so...no comment.

7) Sogi asmr
SoGi ASMR Un canale you tube uscito da pochissimo ma che mi ha già letteralmente conquistata.
Potete trovare dei video davvero rilassanti e letture che vi faranno conoscere nuovi libri.
Passate a dare un'occhiata, non ve ne pentirete;)

8) L'immagine più bella del mese


9) La citazione del mese
L'unica via per ottenere l'impossibile è convincersi che sia possibile.” Alice attraverso lo specchio.

10) La cover più bella del mese

Alice attraverso lo specchio, adoro questa cover e le illustrazioni all'interno del libro.

11) Canzone preferita del mese
Ultimamente ho riascoltato alcune delle vecchie canzoni della mia beniamina Avril Lavigne.
In particolare guardo spessissimo due esibizioni dal vivo di “What the hell” e “My happy ending”. Adoro la sua voce e il modo sempre nuovo di cantare una stessa canzone.

Bene amici, questi erano i miei Preferiti del mese di luglio, fatemi sapere nei commenti se anche voi avete dei preferiti del mese e cosa.
Andate a leggere il post della mia collaboratrice, mi raccomando (Rukias nel mondo dei libri) ;)
Bacioni!


domenica 30 luglio 2017

Coppie librose.

Ciao amici lettori, come state?
Sono molto ma molto felice per questo appuntamento mensile con la rubrica Coppie librose perché oggi vi andrò a parlare di una delle mie coppie preferite in assoluto e a cui sono molto legata: Lady Oscar e Andrè.
Sono davvero emozionata di potervene finalmente parlare.
Buona lettura.

Coppie librose.
Cry e Ila.


La storia di Lady Oscar e Andrè è davvero molto intensa e complicata.
Come tutti sapete Oscar è stata cresciuta come un ragazzo dal padre, in lei quindi non si riscontrano comportamenti femminili di nessun tipo. Si veste da uomo, è abilissima sia con la spada che con la pistola, è coraggiosa, determinata e dura. Un vero uomo quindi.
Nonostante questo la figura di Oscar appare molto aggraziata, i movimenti leggiadri, eleganti, i lineamenti fini e di una bellezza assoluta.
Non è certo facile stare vicino ad una persona così splendida senza innamorarsene.
Ma noi sappiamo che la bella Oscar ha fatto innamorare più di una persona nel corso della sua triste storia, ma noi siamo interessati ad uno soltanto dei suoi ammiratori: l'unico e insostituibile Andrè.
Andrè è da sempre al fianco di Lady Oscar, è il suo scudiero, e fidato amico di infanzia, quasi un fratello per lei.
Il ragazzo però è innamorato da sempre di lei ma non sa come dirglielo e allora decide di tenere segreti i propri sentimenti, scoraggiato dall'intenzione di vivere una vita da uomo di Oscar.
Nel corso della storia però il cuore da donna di Oscar prende il sopravvento innamorandosi del bellissimo Conte di Fersen e spezzando quello del povero Andrè che non può far altro che starle vicino e offrirle una spalla su cui piangere nonostante questo gli crei un dolore tremendo.
Proprio per questo amo così tanto il personaggio di Andrè, lui non si è mai arreso, nemmeno quando la donna amata amava un altro, lui ha sempre saputo che prima o poi sarebbe stato ricambiato.
È un uomo veramente eccezionale ed è stato disposto a tutto, anche a sacrificare la propria vita pur di stare vicino alla sua Oscar.

Dal canto suo Lady Oscar ha scoperto troppo tardi i suoi veri sentimenti verso Andrè, ma alla fine l'ha amato con tutta se stessa, anche se per un brevissimo periodo, prima che giungesse la morte per entrambi.
È una storia molto triste la loro, me ne rendo conto, ma la bruciante passione, l'intensità del sentimento, il tormento continuo e il periodo difficilissimo in cui si sviluppa me l'hanno resa ancor più bella e drammatica.
Mi ha emozionato in modo incredibile la loro storia e mi è entrata nel cuore, ho pianto un sacco guardando l'anime e spero prima o poi di riuscire ad acquistare l'intera serie manga perché sono una fangirl sfegatata di Lady Oscar.
I due personaggi sono splendidi, Oscar insegna tantissimo, valori che oggi sono un po' carenti come la lealtà, il coraggio, il valore, il senso della giustizia e la caparbietà.
Andrè insegna l'affetto, la forza di amare eternamente, la protezione, la fedeltà e la nobiltà d'animo, l'umiltà.
Sono due personaggi che insieme spaccano davvero il mondo e sono triste per il fatto che non sia stato loro possibile vivere il proprio amore fino in fondo, è stato concesso loro troppo poco tempo per amarsi ma hanno sicuramente lasciato il segno in tutti coloro che cercano l'amore vero, quello che ti devasta il cuore.
Se poi parliamo della bellezza straordinaria di entrambi potremmo andare avanti per ore, Oscar non è quasi mai rappresentata in atteggiamenti femminili ma secondo la mia idea attrae più in tenuta maschile perché è bellissima, austera e i suoi occhi ispirano saggezza e nobiltà d'animo, più della regina stessa. Il suo fascino è indiscusso.
Andrè è sicuramente il mio tipo ideale, e me ne sono innamorata fin da piccola per cui non ci spendo troppe parole perché non la smetterei più, amo la sua dolcezza e l'intensità del suo sguardo quando si posa sul bel comandante delle guardie.
Il loro amore resterà uno dei più belli di sempre e se dovessi mai farmi un tatuaggio vorrei che fosse qualcosa che riguarda questi due personaggi.

Per questa volta ho deciso di fare un'eccezione e, in caso non conosceste bene la loro storia, riporto qui sotto la trama dell'anime e del manga di Lady Oscar la rosa di Versailles.

La serie è ambientata in Francia, negli ultimi anni dell'Ancien Régime, scendendo nel dettaglio della vita nella corte di Versailles e della Rivoluzione del 1789.
La giovane Maria Antonietta d'Austria, figlia dell'imperatrice Maria Teresa, promessa in sposa al delfino di Francia Luigi Augusto, nipote di Luigi XV, giunge a corte. Le fa da scorta in ogni sua uscita Oscar François de Jarjayes, nobile sua coetanea, comandante della Guardia Reale, educata sin da bambina come un uomo. Tra le due giovani nasce subito una forte amicizia.Oscar assiste, a un ballo in maschera a Parigi, all'incontro tra Maria Antonietta e il conte svedese Hans Axel von Fersen, del quale entrambe le donne finiscono per innamorarsi.
Madame Du Barry, favorita di Luigi XV, in diverse occasioni si trova a scontrarsi con Maria Antonietta: la delfina rifiuta di rivolgerle la parola per i suoi bassi natali e per la sua condizione di favorita, che considera immorale. Alla morte di Luigi XV, Luigi XVI e Maria Antonietta diventano sovrani di Francia e la contessa Du Barry è allontanata dalla corte, sarà tra i morti del Terrore.
Nel frattempo i sentimenti che Maria Antonietta e Fersen nutrono l'un l'altra diventano palesi: quando iniziano a diffondersi maldicenze sulla loro relazione, il conte abbandona il paese. Maria Antonietta, sempre più infelice e sola, cade sotto l'influenza di una nobildonna, la contessa di Polignac, che diventa la sua favorita e spinge la regina a scialacquare denaro in occupazioni frivole, come la moda e il gioco d'azzardo.
Parallelamente si assiste alle traversie di due ragazze dei bassifondi di Parigi, Jeanne e Rosalie, che arrivano a corte per vie diverse. Figlie di un defunto nobile decaduto della dinastia dei Valois e di una donna povera, dimostrano caratteri e desideri diversi: Jeanne, scaltra e ambiziosa, abbandona la famiglia e riesce a farsi adottare da una nobildonna, che poi uccide dopo aver preparato un falso testamento a proprio favore; Rosalie, invece, candida ed estremamente affezionata alla madre, si dedica ad assisterla. Nel disperato tentativo di guadagnare quanto serve a comprare le medicine per la madre, Rosalie conosce Oscar: una sera ferma la sua carrozza e, credendola un uomo, le si offre. Oscar ride per l'equivoco, ma poi, commossa, le dona una moneta d'oro.
Qualche tempo dopo, la madre di Rosalie finisce sotto le ruote della carrozza della contessa di Polignac. In punto di morte, la donna rivela a Rosalie di non essere la sua vera madre e che quest'ultima è una nobildonna. Da quel momento Rosalie cerca di avvicinarsi a Versailles per trovare l'assassina della madre adottiva e vendicarsi di lei: finisce per diventare ospite di Oscar, che le fa impartire un'adeguata educazione e la introduce a corte. Per ironia della sorte Rosalie scopre che la sua vera madre è proprio la contessa di Polignac.Charlotte de Polignac - sorella di Rosalie - si toglierà la vita, gettandosi dal punto più alto della Reggia, per sottrarsi ad un Matrimonio indesiderato.

Dopo alcuni anni il conte di Fersen torna in Francia e inevitabilmente si riavvicina a Maria Antonietta che, non riuscendo a controllare i suoi sentimenti, rischia di far scoppiare uno scandalo. Anche su consiglio di Oscar, il conte decide di lasciare nuovamente il paese e si imbarca per andare a combattere oltreoceano con i rivoluzionari americani. La partenza del conte spinge Maria Antonietta a cambiar vita: dopo l'agognata nascita degli eredi, si allontana dalla vita di corte e si ritira con i suoi bambini nel Petit Trianon, una residenza privata, suscitando l'astio dell'alta nobiltà.
Jeanne Valois de la Motte organizza una truffa ai danni della corona: riesce a far acquistare, a nome di Maria Antonietta, una costosissima collana. È il celebre Affare della collana, che getta le prime ombre sulla reputazione pubblica della regina. Scoperta e arrestata, dopo un clamoroso processo in cui accusa Maria Antonietta, Jeanne viene condannata a essere marchiata a fuoco come ladra. Evasa di prigione e rifugiatasi in una piccola chiesetta di campagna, si suicida assieme al marito Nicola dopo essere stata scovata dai soldati di Oscar. Fersen torna dall'America: a un ballo a corte, Oscar si presenta in incognito vestita per la prima ed unica volta da donna, ma, danzando con Fersen, capisce che non potrà mai sostituire la regina nel cuore dello svedese. Si trova poi coinvolta nel caso del Cavaliere Nero, un ladro che compie numerosi furti ai danni dei nobili per dare ai poveri: nel tentativo di catturarlo, il suo fido scudiero André è ferito a un occhio e perderà la vista. Si scoprirà poi che sotto la maschera del Cavaliere Nero si cela Bernard Chatelet, un giornalista parigino filo-rivoluzionario, amico di Maximilien de Robespierre. André rivela a Oscar di amarla da sempre, ma lei lo respinge.
Oscar decide di allontanarsi da corte: rinuncia al comando della Guardia Reale e ottiene dalla regina l'incarico di comandante del reggimento delle Guardie Francesi di Parigi. Anche André vi si arruola, per starle vicino. Intanto, il padre di Oscar, il generale Jarjayes, si pente di aver destinato la figlia alla carriera militare e ne auspica le nozze. Si propone Girodel, secondo di Oscar nella Guardia Reale, ma Oscar non accetta di sposarlo. Al comando della Guardia di Parigi, Oscar dovrà combattere per farsi accettare dai suoi nuovi indisciplinati soldati, riuscendo infine a ottenere la loro fiducia: in particolare quella di Alain de Soisson, amico di André e guida morale dei suoi compagni commilitoni.
Si consuma la tragedia di Maria Antonietta: subito dopo la morte del suo primogenito, inizia il turbine degli eventi che porteranno alla Rivoluzione francese. Oscar, scoprendosi anch'essa innamorata di André, si schiera dalla parte del popolo, a cui appartiene il suo amato, e dice addio alla regina. Di lì a poco i due innamorati muoiono: André è colpito da una pallottola vagante il 13 luglio 1789, mentre Oscar, già debilitata da una tisi in fase avanzata, cade durante i tumulti dell'assalto alla Bastiglia. Gli anni della rivoluzione travolgono Maria Antonietta, fino alla sua esecuzione sulla ghigliottina il 16 ottobre 1793.

Nel 1794, cinque anni sono trascorsi dalla presa della Bastiglia. Con la morte di Robespierre, la Rivoluzione è finita, e i termidoriani sono andati al potere creando un Direttorio. Rosalie e Bernard si sono sposati mentre Alain ha abbandonato l'uniforme e ha deciso di vivere da contadino in un piccola casetta in riva al mare. Oscar e Andrè sono stati sepolti l'una accanto all'altro sulle colline di Arras, il piccolo villaggio francese dove avevano trascorso le estati della loro infanzia e dove avevano intenzione di sposarsi.
Infine in Svezia nel 1810, Fersen, accusato di aver avvelenato il principe reale Cristiano Augusto, viene massacrato dalla folla durante il funerale di quest'ultimo.


Bene amici lettori questo era il mio post, vi invito di cuore ad andare a leggere anche il post della mia splendida collaboratrice Ila di Emozioni tra le righe

Un bacione dalla vostra Cry.

sabato 29 luglio 2017

I miei consigli...per piccini!

Ciao a tutti amici lettori, come state? Spero tutto bene.
Continuo in quest'avventura per voi piccini e vi consiglio un bellissimo libro di una collana che mi sta piacendo sempre di più.
Il libro di cui vi vado a parlare oggi è: Fuga dal Paese delle Meraviglie.

I miei consigli...per piccini!


Fuga dal Paese delle Meraviglie.


Trama:

La futura Regina ha tredici anni e il destino segnato: al compimento dei quattordici anni sposerà il suo cinquantunesimo pretendente e salirà sul trono del Paese delle Meraviglie. Così è da sempre, lo dice la Legge. Tra le mura soffocanti del palazzo, però, la ragazza prova una strana nostalgia per qualcosa che non sa neppure se esiste. "Sciocchezze" dicono i genitori. Eppure lei, appena può, si rifugia in biblioteca e legge di mondi lontani e avventure mirabolanti. E proprio tra le pagine di un libro la ragazza fa una scoperta che cambierà la sua vita: il Tempo è un uomo. E può disporre del destino di ogni persona. Pare sia meglio non disturbarlo, ma lei ormai ha deciso: scapperà dal palazzo e lo troverà per convincerlo a fermare le lancette, in modo che lei possa non diventare mai la Regina di Cuori.

Il mio pensiero:

Chi non ha mai sentito parlare di Alice nel Paese delle Meraviglie?
Penso che davvero tutti conoscano il libro o almeno il cartone della Disney, quindi non mi soffermo molto sulla storia di Alice.
Ma che mi dite della Regina di cuori?
La conoscete bene? Conoscete la sua storia?
I motivi per cui è diventata una regina tanto stramba e irascibile?
Come immaginavo, non lo sapete.
È proprio per questo motivo che vi consiglio Fuga dal Paese delle Meraviglie, dove si narra la vera storia della Regina di cuori percorrendo la sua infanzia prima dell'arrivo della piccola Alice.
Troviamo una giovanissima Regina di cuori alle prese con i suoi doveri di principessa e futura erede al trono.
Ma la piccola in realtà non vuole nemmeno lontanamente diventare Regina, non vuole governare il Paese delle Meraviglie e men che meno vuole essere rinchiusa fra le quattro mura del castello, costretta a studiare la storia del Paese delle Meraviglie.
No, la futura regina vuole solo vivere mille avventure e possibilmente non diventare mai come la madre che la opprime e la obbliga a fare ciò che non vuole.
Così la giovane progetta un piano di fuga perfetto e...se la svigna.
Finalmente ora può vivere la vita che ha sempre sognato, vedere il mondo oltre le mura del castello, conoscere amici nuovi e cacciarsi pure in qualche guaio.
Conoscerà due amici speciali, e vivrà emozioni mai provate prima d'ora.
Ve lo consiglio perché trovo molto carino vedere i personaggi sotto più punti di vista e vi assicuro che, dopo averlo letto, imparerete ad amare la temuta Regina di cuori.
È un libro molto curato sia nello scritto che nel design, la copertina è bellissima e all'interno troverete tantissime illustrazioni belle da morire che sicuramente aggiungono quel tocco magico che ci si aspetta da un libro di questo genere.
Insomma bambini, ragazzi e adulti mai cresciuti, che aspettate a leggerlo? ;)


Bene amici lettori questo era il mio consiglio di luglio per i più piccini, spero di esservi stata utile, ci vediamo il prossimo mese con questa rubrica speciale.

Bacioni dalla vostra Cry.

venerdì 28 luglio 2017

Top&Flop.

Ciao a tutti amici lettori, come state? Oggi abbiamo una nuova puntata della rubrica Top&Flop in collaborazione con la frizzante Chiara di Chiara in Bookland.

Sempre pensando all'estate abbiamo fatto un elenco di “tormentoni dell'estate”.
Buona lettura.


Top&Flop.

5 tormentoni top

1) Despacito
chi non ha mai sentito in radio Despacito da un mese a questa parte?
Penso che la conoscano persino in Africa questa canzone, e, a mio parere, è un gran bel pezzo!
Ci sono molti che lo odiano e ci sono altrettanti che lo amano, io non smetto di cantarlo e ballarlo dalla prima volta che ho visto il video a RTL, fate voi.



2) Shape of you
Ok, io sono di parte perché amo Ed Sheeran, ma non sono certo l'unica che adora canticchiare questa canzone.
Inoltre in radio si sente tantissimo.



3) Sofia
Amo Alvaro Soler, amo i ritmi delle sue canzoni e la sua voce in se.
Amo anche il fatto che sia spagnolo per cui sentirlo parlare mi fa venire la pelle d'oca.
Sofia è una canzone che mette allegria e fa venire una gran voglia di ballare per cui è assolutamente top!



4) Gangam Style
Non c'è manco da dire se ve lo ricordate perché Psy è un fenomeno e con questa canzone ha lanciato un vero e proprio stile, il Giappo style.
È irriverente, un po' sfacciato e simpatico da morire, non poteva non piacermi quindi il Gangam style.



5) Andiamo a comandare
Rovazzi è davvero simpaticissimo ed ha creato una canzone in grado di entrare nella testa anche a chi la odia. Non può non essere tra i top quindi, e poi è un cantante italiano, un po' di spirito patriottico ci vuole ogni tanto no?



5 tormentoni flop


1) Asereje
Io odio questa canzone che, oltretutto non ha nessun senso (ho letto il testo e la traduzione e vi assicuro che non ha senso) un flop cari ragazzi.


2) Gentleman
Dopo il Gangam style il caro Psy ci ha riprovato ma...è stato un grosso flop...purtroppo.


3) L'estate sta finendo
Questa canzone mi mette una tristezza...e mi fa venire pure sonno!




4) Barbie girl
Una canzone davvero sciocca a parer mio, orecchiabile ma nulla di che. Ovviamente sono tutte opinioni personali.


5) Dammi tre parole
Magari in tanti non sanno nemmeno chi è la cantante o non ricordano la canzone ma, se vi capita, andatevela a sentire.
Io la trovo davvero odiosa e non poco, meglio la lagna di un gatto.



Bene amici,questi sono i miei top&flop, basati sui miei gusti personali.
Andate a leggere il post della dolce  Chiara in Bookland e fateci sapere quali sono i vostri tormentoni dell'estate top&flop.

Bacioni dalla vostra Cry!

giovedì 27 luglio 2017

Incantesimi book tag.


Incantesimi book tag.

-Petrificus totalus un libro che ti ha pietrificato
La serie manga Rose Josephine mi ha decisamente pietrificato, non sono più riuscita a staccarmi finché non ho finito tutti e 4 i volumi. Bellissima storia.

-Expecto patronum un libro che ti ha aiutato in un momento buio o che ha scacciato le tue paure.
Sicuramente Meglio soffrire che mettere in un ripostiglio il cuore, l'ho letto in un momento particolare della mia vita e mi ha aiutata moltissimo, soprattutto a capire me stessa ed i miei sentimenti.

- Reducto un libro che vorresti distruggere
Buonanotte amore mio... chi mi segue da un po' lo sa quanto ho odiato questo libro.
Lo distruggerei volentieri.

- Incendio un libro che ti ha infiammato
La domanda può essere interpretata in moltissimi modi quindi lascio libero arbitrio.
Io ho inteso infiammato nel senso che mi ha fatto venir voglia di urlare e buttare il libro dalla finestra.
Questo mi è successo quando ho letto 50 sfumature, specificamente nelle parti di Anastasia, io odio quel personaggio, odio il suo modo di pensare, la sua personalità...odio tutto di lei e quindi spesso mi incavolavo come una iena ogni volta che prendeva una decisione stupida o si comportava da bambina.

-Rictusempra un libro che ti ha fatto ridere
La bella addormentata in quel posto è sicuramente un libro che mi ha fatto morire dal ridere.

- Engorgio un libro che avresti voluto avesse più pagine
See who I am che è un ebook che ho letto di recente, avrei davvero voluto che avesse molte più pagine.

-Sectusempra un libro che ti ha fatto molta paura o dove vi sono spargimenti di sangue
Io non sono particolarmente impressionabile e i libri non mi hanno mai fatto paura per cui ho deciso di barare e citare un film che mi ha ghiacciato il sangue nelle vene: The grudge. Ancora oggi se ci penso mi viene la pelle d'oca!

- Avada kedavra un libro pericoloso, nocivo, che da cattivi insegnamenti
Secondo me Calendar girl, seppure sia una lettura carina, non dà affatto buoni insegnamenti. Non si tratta di essere bacchettoni ma sinceramente penso che fare la escort non sia l'unico modo per uscire dai guai.

- Imperius un libro che ti ha fatto desiderare di possedere l'autore per riscrivere il finale
Mi è capitato leggendo Sortilegio, vorrei che l'autrice non avesse fatto morire un personaggio a me molto caro...

- Oblivion un libro che vorresti dimenticare o di cui ti sei completamente dimenticato

Ce ne sono davvero tanti di cui non ricordo assolutamente nulla ma tra i tanti cito Notte buia, niente stelle di Stephen King...l'ho letto molti anni fa e non ricordo praticamente nulla, prima o poi lo rileggerò.

Questo tag l'ho inventato io e sarei davvero felice se qualche blogger lo volesse riproporre sul proprio blog.
Ci leggiamo domani cari amici lettori.

martedì 25 luglio 2017

Conosciamo i personaggi.


Buona sera amici lettori, eccoci ad una nuova puntata di Conosciamo i personaggi.
Oggi vi parlo di Amelia, la strega che ammalia, uscito dritto dritto dalle pagine del fumetto più amato da bambini e adulti, Topolino.
Buona lettura.

Amelia.

Il mio pensiero sul personaggio:
Amelia non sta certamente dalla parte dei buoni, quindi dovrebbe risultare un personaggio ostile e antipatico, ma io l'ho sempre amata.
Credo dipenda dal fatto che è una strega, che ne viene dal Vesuvio, e che è terribilmente sfigata!
È una bella papera mora, con un fascino oscuro, molto diversa dall'immagine di strega che ci siamo fatti, non ha porri sul becco, non ha il viso allungato, ne le unghie ad artiglio, non porta il cappello a cono e non è brutta ne vecchia!
Assomiglia più a Regina di Once upon a time o Zelda, piene di fascino e idee innovative.

È decisamente acuta e studia piani che dovrebbero essere infallibili...non fosse che il vecchio cilindro (Paperon de Paperoni) è sempre pronto e ne sa una più del diavolo.
È bravissima anche nei travestimenti e il fatto che possieda una palla di vetro dalla quale spia il mondo me la rende estremamente affascinante. Anche io vorrei essere una strega l'ho sempre detto anche da bambina quindi ho un debole per questi personaggi pieni di magia, se poi è oscura e malvagia è anche meglio! ;)
vogliamo poi parlare di Gennarino? Il simpatico corvo da compagnia di Amelia?
Mi piace l'idea di avere un corvo al posto del solito gatto nero.
Credo sia l'essere vivente più caro alla strega.
Di solito sono dalla parte dei buoni ma vorrei tanto vedere almeno una volta Amelia vincere, tanto per dimostrare che anche i cattivi possono vincere ogni tanto.
E poi, secondo me non è realmente cattiva, vuole solo avere un po' di fortuna e diventare la strega più potente del mondo...che male c'è?
Mi piace anche il fatto che, in alcuni casi, Amelia e Paperone si alleino per necessità, in fondo hanno massimo rispetto l'uno per l'altra e la loro vita non sarebbe la stessa se la strega abbandonasse il progetto di impossessarsi della numero 1 e se Paperone smettesse di contrastarla.
Insomma, Amelia è una delle mie streghe preferite.

Bene amici, ora andate a leggere il post del mio caro collega La libreria incantata
come avete notato, questa volta non c'è il mio pensiero sul personaggio di Carmelo perché ha parlato di un personaggio di cui io non so nulla.
noi ci leggiamo domani con un nuovissimo post.
Bacioni dalla vostra Cry.


lunedì 24 luglio 2017

L'angolino del manga.

Ciao amici lettori! Come state?
Dopo Pollon ho deciso di fare una lettura un po' più storica e romantica quindi mi sono gettata a capofitto su Emma una serie di ben 10 volumi.
Ma andiamo a parlarne nel dettaglio.
Buona lettura!

L'angolino del manga.

Emma

Titolo: Emma
Autore: Kaoru Mori
Volumi: 7 volumi + 3 spin off
Prezzo(di un volume singolo): 6,00

Personaggi principali:
Emma e William:

Dorothea e Wilhelm:

Kelly:


Tasha:

Hakim:

Trama:
La storia è ambientata a Londra alla fine dell'epoca vittoriana. Protagonista è la giovane Emma, cameriera di umili origini impiegata presso la signora Stoner, un'ex istitutrice. Dopo un incontro burrascoso tra Emma e William Jones, rampollo della ricca borghesia ed ex allievo della signora Stoner, i due giovani cominciano a frequentarsi e nasce una storia d'amore, che culmina con il loro primo bacio.
Con la tragica morte della signora Stoner, però, Emma si accorge di non essere la persona più indicata per il signorino William e parte in tutta fretta dalla capitale pensando di fare ritorno al suo villaggio natale. L'incontro tra William ed Emma è mancato per un soffio, ma è in questa circostanza che il giovane Jones viene a conoscenza del difficile passato della ragazza.
Emma, però, non raggiunge il suo villaggio poiché sul treno incontra la simpatica cameriera Tasha e la sua ricca ed eccentrica padrona di origini tedesche, la signora Molders, ed entra a servizio presso quest'ultima. Nel frattempo William, confuso, sotto la pressione della famiglia, chiede in moglie la ricca e aristocratica Eleanor Campbell, la cui casata potrebbe garantire ai Jones l'entrata nella nobile società londinese.
Si seguono così, separatamente, le storie di Emma, che fa amicizia con le altre cameriere, e di William, alle prese con una fidanzata, che non ama. Capita però che Emma conosca, attraverso la signora Molders, la signora Trollope, una ricca dama un po' eccentrica, che si rivelerà essere nientemeno che la madre di William. A Londra, al seguito della signora Molders e della signora Trollope, Emma viene coinvolta in una festa e qui incontra nuovamente il signorino Jones che, questa volta, è più che mai deciso a non lasciarla nuovamente scappare. I due giovani cominciano così a intrattenere una corrispondenza regolare, ma, se la famiglia Molders trova buffa la cosa, altrettanto non si può dire della famiglia Campbell, che trama segretamente per separarli e far sposare Eleanor con William.

Il mio pensiero:
Non sapevo di avere una passione per i manga storici e ambientati in un'epoca decisamente diversa alla nostra ma, più ne leggo e più li apprezzo.
Ebbene si, perché anche Emma come Rose Josephine, è un romantico/storico dove ci sono belle dame con vestiti vaporosi, ville lussuose, gentiluomini affascinanti.
L'unica differenza è che si cambia locazione e con Emma si va a conoscere una Londra antica e altrettanto affascinante.
In particolare si parla di una storia che ha dell'incredibile, se si guardano bene i tempi in cui avviene: un nobile che si innamora di una cameriera.
Ok, ok i lettori più romantici sicuramente hanno già alzato le antenne scommetto.
Sapete che io non sono un tipo zucchero e cannella ma questa storia è riuscita a conquistare anche me, ho iniziato il primo volume con curiosità e titubanza, ho proseguito il secondo con gioa e infine nessuno mi ha più potuto fermare finché non ho terminato anche i tre spin off dedicati ai vari personaggi.
Anzi, vi dirò che forse proprio quei tre volumi mi hanno fatta innamorare definitivamente della serie.
L'ho già detto varie volte ma amo particolarmente quando l'autore da un finale ad ogni personaggio, perché in fondo loro ci accompagnano per tutta la storia e sono importanti, ognuno di loro quindi è giusto dargli un finale non trovate?
Quindi brava Mori, ti stimo sorella!
Purtroppo non mi ritrovo quasi mai con i personaggi femminili e, nemmeno questa volta mi sono ritrovata in Emma.
Il problema è che non capisco bene la sottomissione femminile di quel tempo e faccio davvero fatica ad ammettere certe discrepanze fra ricchi e poveri, per me le persone non vanno rispettare solo per il denaro e il potere che possiedono ma per ben altre cose.
Emma quindi è una ragazza insicura, timida, rispettosa anche troppo e servile in una maniera quasi nauseante, capisco che è quello il ruolo adatto per questo tipo di storia ma nel personaggio non ho trovato nemmeno un nervo d'acciaio su cui far leva e ciò me l'ha resa piuttosto insignificante.
Inoltre il suo trattenere le emozioni anche quando è ben evidente a tutti il fatto di essere corrisposta, mi esaspera.
William, invece, mi ha conquistata immediatamente. Ho apprezzato il fatto che si sia voluto imporre sulle decisioni del padre arrivando anche a sfidarlo apertamente pur di vivere il suo sogno d'amore.
È stato dipinto come un immaturo e pasticcione ma alla fine si è dato una svegliata dimostrando a tutti il suo vero valore.
E poi è davvero disegnato benissimo, chi non si innamorerebbe di un ragazzo simile?
Altro personaggio molto apprezzato proprio per la sua stranezza è Hakim, amico di William e principe indiano dal fascino esotico.
Anche lui disegnato egregiamente.
È un personaggio sfrontato, lunatico, serio al punto da diventare simpatico, e immagino sia questa sua stranezza a rendermelo intrigante.
Immaginatevi un po' lo scompiglio che ha portato arrivando in piena Londra in sella ai suoi elefanti, uno così si può solo amare!
Purtroppo ha la pecca di essere spesso un rivale per William ma anche un buon amico, il migliore.
Eleanor è soltanto un incidente di percorso e non vi dico che l'ho odiata ma, essendo che ostacolava l'amore tra Emma e William, non ha guadagnato proprio la mia simpatia...diciamo così.
Anche lei è un personaggio piuttosto debole e insignificante a storia compiuta.
Altra coppia che mi ha fatto sospirare è formata da Dorothea e Wilhelm, ancora più affascinanti della coppia protagonista.
Dorothea ha un fascino ineguagliabile e l'amore che lega i due è davvero unico e traspare da ogni vignetta, non mi so spiegare bene ma vi assicuro che l'ho sentita dentro la loro storia.
Quando ho visto che il 9° volume era dedicato a loro mi sono venuti gli occhi a cuoricino ;)
Kelly, la signora e datrice di lavoro di Emma è un personaggio importante proprio perché aiuta la protagonista, giovane e povera, la prende con sé e la tratta e la ama come una figlia.
Anche a lei è dedicato un volume e non sapete quante tristezza ho provato sapendo che la sua storia d'amore è durata davvero pochissimo, la precoce morte del marito l'ha resa vedova giovanissima e così è rimasta finché non l'ha raggiunto.
Un personaggio caritatevole, buono ma anche austero, ha un caratterino niente male che mi ha portato ad avere un istintivo rispetto verso di lei.
In questa serie ci sono davvero un sacco di cameriere ma quella che mi ha fatto più simpatia è sicuramente Tasha, la pasticciona, un po' imbranata che non sa nemmeno sparecchiare senza rompere almeno un piatto.
È incredibile quando sembri un'elefante in cristalleria, è la disperazione delle sue colleghe nonostante cerchi sempre di fare del suo meglio.
La adoro!
Insomma amici lettori questo manga è davvero bellissimo e io ve lo consiglio al 100% rimarrete affascinati dai disegni e dalla bellezza con cui i personaggi sono stati dipinti (disegnati insomma).
Gli uomini poi sono tutti bellissimi!
Ora posso dire che sono un pochino più romantica e se continuo così entro fine anno sarò come le ragazze che sospirano davanti alle commedie in tv.

Bene amici lettori, anche per questo mese vi ho mostrato la mia lettura per quanto riguarda i manga, spero che a luglio vi possa parlare di un'altra serie ancor più bella.
Ci leggiamo domani cari amici.

Un bacione dalla Cry.